Il rischio: un perenne dilemma

Il rischio sarà sempre parte integrante del processo di investimento. L’industria è diventata sempre più sofisticata ed competente nella gestione del rischio dei portafogli, ma il mondo presenta spesso scenari nuovi e senza precedenti, conseguentemente la gestione del rischio rimane una sfida continua. Questo è più che mai vero per il 2020. La pandemia ha disorientato tutti e il mondo è un luogo più incerto di quanto non fosse all’inizio dell’anno. Tuttavia, gli obiettivi che gli investitori devono raggiungere rimangono gli stessi. Mentre ci muoviamo in questo nuovo mondo sfidante, un più ampio mix di approcci di investimento può presentare l’antidoto necessario per gestire il rischio e soddisfare le esigenze di liquidità in corso.
La Grande Instabilità è diventata la nuova normalità
Un nuovo decennio è spesso un momento di cambiamento. Tuttavia, la pandemia è servita ad esacerbare le tendenze economiche e di mercato esistenti piuttosto che a lanciarne di nuove. Questo significa che la ricerca della rendimento è diventata ancora più critica. Le misure di politica di emergenza adottate dalle banche centrali di tutto il mondo hanno garantito che i tassi d’interesse rimarranno a livelli bassi anche per più tempo del previsto. Di conseguenza, i rendimenti dei titoli di Stato ad alto rating rimarranno in gran parte negativi, e conseguentemente avranno un’incidenza negativa per i fondi pensione e le compagnie di assicurazione che devono detenere tali attività per motivi normativi.
Dopo una iniziale brusca discesa, le azioni si sono poi riprese con l’indice S&P 500 che ha stabilito un nuovo record a metà agosto. Come sempre però la performance dell’indice principale maschera la realtà. Il settore tecnologico nel suo complesso ha guidato questi movimenti, beneficiando dei cambiamenti nel comportamento dei consumatori e dei lavoratori indotti dalla pandemia, ma altri settori sono stati scossi e rimescolati. In definitiva, la volatilità e l’incertezza si sono intensificate in tutti i mercati azionari, aumentando le quote di rischio per i cacciatori di rendimenti e lasciando ai gestori di attivi alcune scelte difficili da affrontare.
Alla ricerca del giusto equilibrio
Le situazioni difficili tendono ad andare di pari passo con le decisioni complesse. I piani per revocare i lockdown, al fine di rilanciare la crescita economica, hanno aumentato il rischio di una seconda ondata della pandemia. Una scelta simile, ma probabilmente meno drammatica, viene affrontata dagli investitori quando bilanciano un portafoglio: l’accesso a fonti di crescita sostenibili deve essere allineato con i parametri di rischio concordati. Ottenere il mix giusto è fondamentale.
In questa epoca di incertezza, gli asset tradizionali stanno lottando per continuare a svolgere il loro ruolo. Come accennato in precedenza, i titoli di Stato non sono oggi una fonte affidabile di rendimenti stabili, mentre le azioni possono offrire un potenziale di crescita, ma si raccomanda un approccio cauto nella situazione di volatilità e di imprevedibilità generale in corso.
Nel contempo, i premi di rischio più elevati per le obbligazioni societarie riflettono il calo degli utili aziendali e i rating del credito si stanno deteriorando in linea con l’economia. I mercati emergenti si trovano ad affrontare rischi a breve termine a causa dell’aumento del debito e del calo dei ricavi, anche se ciò si riflette in valutazioni ragionevoli e l’attrattiva dei diversi paesi è altamente variabile. In particolare, l’andamento del mercato in Cina ha beneficiato di un intervento favorevole del governo e della banca centrale, nonché della presenza di una quota elevata di società tecnologiche che hanno sovraperformato.
Guardare oltre il tradizionale in tempi non convenzionali
Con le imminenti elezioni presidenziali statunitensi, le tensioni commerciali in corso e una Cina più spavalda, è improbabile che i prossimi mesi offrano molta tregua. Ciò significa che la ricerca di luoghi più sicuri, riconoscibili e meno volatili in cui investire, pur gestendo in modo strategico il rischio, può richiedere una prospettiva più ampia.
Ciò è particolarmente vero per gli investitori istituzionali, che nel difficile esercizio di raggiungere il corretto equilibrio tra rischio e rendimento debbono trovare modalità innovative e che soddisfino i diversi e complessi requisiti normativi sia in Europa che a livello globale. Prendendo come esempio i fondi pensione, essi devono rispettare gli impegni di crescita a lungo termine, ciò richiede investimenti in attività di rischio e nel contempo il rispetto di rigidi vincoli di rischio, come i limiti alla perdita massima periodale o i livelli massimi di volatilità.
Nel mondo a bassi rendimenti di oggi, soddisfare questi bisogni e obblighi attraverso le risorse tradizionali è un obiettivo più difficile da raggiungere. Un approccio diverso consiste nel considerare gli investimenti alternativi. Le attività non tradizionali comprendono un’ampia gamma di strategie di investimento e possono offrire alcuni interessanti attributi diversificanti, come la bassa correlazione con le attività tradizionali. Gli investimenti alternativi una volta erano visti come un’area di nicchia, ma la ricerca del rendimento nell’ultimo decennio li ha visti salire a un posto di rilievo in molti portafogli.
Oltre a operare nei mercati tradizionali, gli investimenti alternativi possono fornire l’accesso a opportunità di investimento meno tradizionali. La finanza strutturata si concentra sugli attivi che generano flussi di cassa; le strategie di attività reali, come le infrastrutture e il debito immobiliare commerciale, forniscono un’esposizione a lungo termine ad attività fisiche su larga scala come aeroporti, strade ed edifici e possono ottenere un premio di illiquidità paragonabile a quello delle obbligazioni societarie con rating simile; l’investimento fattoriale mira a generare rendimenti corretti per il rischio più elevati dagli attivi tradizionali, attraverso driver comprovati quali qualità, valore, slancio e bassa volatilità.
Il panorama economico e degli investimenti è attualmente molto diverso dal passato. Una nuova prospettiva che guarda oltre gli asset tradizionali può essere la chiave per costruire portafogli solidi, in grado di resistere meglio agli sviluppi negativi del mercato. Tuttavia, rimane imperativo che qualsiasi soluzione si prenda in considerazione non prescinda da una comprensione fondamentale degli obiettivi di investimento e dell’atteggiamento nei confronti del rischio.
Rischio di investire astutamente
Non c’è modo di evitare i rischi – sono intorno a noi, soprattutto come investitori. Tuttavia, la pandemia e le conseguenti turbolenze economiche hanno amplificato questo dato di fatto, alimentando l’incertezza e rendendo impossibile prevedere con precisione il comportamento dei mercati. E mentre questo “mondo del caos” persiste, la domanda di rendimenti degli investimenti continua e intensifica la pressione a trovare rendimenti sostenibili e a soddisfare gli obblighi di liquidità.
In quanto investitori, dobbiamo adottare una maggiore consapevolezza del rischio. Unendo cautela e ingegnosità: incorporare un approccio più ampio, più profondo e alternativo potrebbe aiutare a navigare in questi tempi imprevedibili.
In BNP Paribas Asset Management comprendiamo che l’ambiente attuale è snervante per i nostri clienti. Ecco perché guardiamo i problemi da più angolazioni. Sottoponiamo ad esame sia le opzioni convenzionali che quelle non convenzionali per valutare se ciò che ha funzionato prima continuerà a funzionare ora. Forse attenersi allo status quo si rivelerà la strada giusta, ma una strada alternativa potrebbe soddisfare le esigenze dei nostri clienti in modo più efficace. In entrambi i casi, investighiamo prima di investire. Abbiamo un team dedicato, multi asset e “solutions” che esplora modi differenti per aiutare i nostri clienti istituzionali a soddisfare le loro esigenze di investimento e normative. Per fare questo, usiamo la nostra esperienza e competenza, analizziamo le ultime ricerche e sfidiamo il pensiero convenzionale.
Per saperne di più, visita la nostra pagina dei temi d’investimento.

TEMI E SOLUZIONI

Per saperne di più sui nostri temi e le nostre soluzioni d’investimento.
Copy link
Powered by Social Snap