Costruire un portafoglio di superstar

I migliori allenatori di calcio lo sanno bene: non tutti i giocatori considerati delle star offrono poi delle performance da campioni. Una squadra piena di giocatori straordinari può ottenere risultati mediocri, mentre un giovane emergente e sconosciuto riesce ad eclissare completamente le stelle. Lo stesso vale per la gestione patrimoniale nell’era delle superstar company.
Ormai viviamo nell’era delle superstar company. Le loro vicende dominano i titoli dei quotidiani economici e spesso finiscono anche in prima pagina. A prima vista, queste imprese sembrano la scelta perfetta per un investimento azionario: società forti, stabili e che godono di una posizione dominante sul mercato. Ma la Superstar Economy rappresenta un dilemma per gli investitori. Infatti, la filosofia del “chi vince prende tutto” comporta anche dei perdenti, che potrebbero trascinare al ribasso la performance di un portafoglio. In effetti, pare sempre più evidente che i profitti più ingenti saranno concentrati in un piccolo numero di aziende.
Cosa dovrebbe fare, quindi, un investitore per assicurarsi di aver puntato sul maggior numero possibile di nomi in grado di ottenere performance elevate, limitando invece al minimo le imprese comprimarie in portafoglio?
Cosa significa tutto ciò per gli investitori
Tre approcci per costruire un portafoglio di superstar
La costruzione di un portafoglio che punta sulle superstar company come elemento fondamentale può puntare su tre differenti approcci:

  • Indicizzazione. Si tratta di una strategia d’investimento a basso costo che consente di ottenere una ampia esposizione verso il mercato azionario: pertanto il portafoglio finirà per detenere alcune imprese vincenti ma nell’ambito di un pacchetto formato da molte comprimarie.
  • Tutto o niente. Si tratta di un approccio attivo che si traduce in un portafoglio che presenta una concentrazione elevata di superstar company a scapito di altre imprese. Per ottenere buoni risultati, si basa sulla fiducia dell’investitore nell’asimmetria dei rendimenti: ovvero le imprese in rialzo compenseranno le performance negative.
  • Selezione azionaria attiva. Si tratta di approccio più prudente focalizzato sulle imprese in grado di ottenere performance ragionevolmente positive grazie alla combinazione di varie fonti di rendimento sostenibili. Questa strategia si basa sulla convinzione che molte delle superstar company del momento non saranno necessariamente alla ribalta anche negli anni avvenire, e gli investitori dovrebbero quindi puntare sulle società con profitti stabili nel lungo periodo, che possono essere reinvestiti nella crescita futura.
Ciascuno di questi approcci presenta dei vantaggi, tuttavia i team di gestione azionaria di BNP Paribas Asset Management privilegiano la selezione azionaria attiva. Tale approccio, infatti, permette di costruire un portafoglio incentrato sulle convinzioni forti del gestore, che integrano considerazioni di vario tipo – come trovare il giusto equilibrio tra crescita e pratiche commerciali sostenibili – che a nostro avviso consentono di ottenere performance più elevate.
Una strategia alternativa: guardando oltre le stelle
Come abbiamo approfondito nell’articolo “Le stelle alla ribalta“, le dimensioni delle superstar company nascondono spesso alcune verità scomode come la bassa produttività, la vulnerabilità o il rallentamento dell’innovazione. Quindi, per coloro che investono in un orizzonte di lungo termine per individuare la prossima superstar company potenziale, prestare attenzione alle imprese di dimensioni più contenute potrebbe rivelarsi una scelta prudente. Queste imprese, infatti, note come small-cap, spesso presentano una produttività elevata o in rapido miglioramento e una crescita di fondo sostenibile.
Il punto cruciale: la sostenibilità
Ad ogni modo, a prescindere dall’approccio prescelto per investire nella superstar economy, la strategia di fondo di BNPP AM guarda oltre le esigenze immediate per focalizzarsi, invece, su obiettivi importanti in prospettiva. Per BNPP AM, ciò significa concentrarsi su aziende che presentano un potenziale di rendimento e pratiche commerciali sostenibili.
I titoli sopra citati sono menzionati unicamente a scopo illustrativo. Tale indicazione non deve essere considerata una sollecitazione all’acquisto dei titoli e non costituisce una consulenza o una raccomandazione di investimento.
Copy link
Powered by Social Snap